giovedì 27 febbraio 2014

Che cos'è la MiFID?

La MiFID (Markets in Financial Instruments Directive) è la direttiva comunitaria che dal 1 Novembre 2007 ha introdotto regole uniformi, a livello europeo, per la tutela degli investitori in materia di servizi, prodotti di investimento e mercati finanziari.

La MiFID stabilisce i principi fondamentali che si applicano alle imprese che svolgono attività d’investimento.

  • Agire in modo onesto, equo e professionale, per servire al meglio gli interessi del Cliente;
  • Fornire informazioni appropriate e complete che siano corrette, chiare e non fuorvianti. Questo al fine di consentire di capire i prodotti e i servizi, permettendo al cliente di prendere decisioni informate e consapevoli;
  • Offrire dei servizi che tengano conto della situazione individuale dell’investitore. Questo garantisce che gli investimenti corrispondano al profilo e alle esigenze specifiche di ciascun investitore;

Prima di fornire un servizio d’investimento, l'intermediario dovrà fare una distinzione dell'investitore come cliente al dettaglio (Cliente Retail), che ha il diritto ad una protezione maggiore perché considerato un'investitore con minore conoscenza ed esperienza negli investimenti,  o Cliente Professionale, sono gli investitori con maggiore conoscenza ed esperienza in materia e quindi necessitano di una protezione minore.

Una delle principali novità introdotte dalla Mifid è la consulenza in materia di investimenti, cioè fornire al cliente rccomandazioni personalizzate sulle operazioni finanziarie, basati sui bisogni e la situazione finanziaria di ciascun cliente.

Attraverso il "Test di Adeguatezza", l’intermediario ponendo alcune domande può capire quali sono i tipi di investimento adatti al cliente. Il test permette all'intermediario di ricevere informazioni sulla conoscenza, sull'esperienza, sulla situazione finanziaria e sugli obiettivi di investimento del cliente, se l'intermediari non ottiene tali informazioni, dovrà astenersi dal prestare il servizio di consulenza in materia di investimenti o di gestione di portafogli. 


Se le l'intermediario riceve tutte le informazioni e ritiene che il cliente abbia la conoscenza e l’esperienza necessarie per comprendere i rischi associati, allora può procedere con l’operazione.
  
L'intermedario, quando fornisce un servizio, deve astenersi di porre indebitamente i propri interessi o quelli di altri davanti agli interessi del cliente. Casi di conflitti d’interesse si verificano quando l’impresa ottiene un guadagno o evita una perdita a spese del cliente, oppure quando riceve un incentivo per favorire gli interessi di altri a discapito del cliente.


Deve inoltre informare il clientela dei passaggi chiave che effettua per identificare e gestire i conflitti d'interesse. Nel caso in cui le disposizioni adottate non siano sufficienti a gestire un conflitto d'interesse, il cliente dovrà essere informato sulla natura e sulle fonti di tale conflitto, prima di procedere all'investimento.

L'intermediario dovrà fornire al cliente in modo chiaro ed efficiente tutte le informazioni necessarie e sufficienti, prima di offrire qualsiasi servizio di investimento, per permettergli di essere consapevole della natura e degli eventuali rischi a cui va incontro investendo in un determinato prodotto.

L'intermediario dovrà fornire al cliente informazioni generali dell'impresa di investimento e ai relativi servizi offerti e da chi è regolamentata, per aiutarlo a capire la natura dei servizi offerti e dei rischi connessi. Deve fornire informazioni relative ai costi dei prodotti e informazioni sulle sedi di esecuzione.

La MiFID prevede inoltre, l’obbligo degli intermediari di adottare ragionevoli misure organizzative volte ad ottenere, nella gestione degli ordini del proprio cliente, il miglior risultato possibile "obbligo di Best Execution”. Deve fornire informazioni sui costi e gli oneri diretti ed indiretti di un sevizio o un prodotto, inclusa qualsiasi commissione addebitata o pagata.

Dopo aver acquistato o venduto un prodotto finanziario, l'intermediario dovrà inviare una conferma dell’operazione con le informazioni principali, quali nome del prodotto, prezzo, data e ora e l’importo totale delle commissioni e delle spese addebitate. Dovrà inoltre inviare dei rendiconti periodici contenenti informazioni quali i contenuti e la valutazione degli investimenti, la somma complessiva delle commissioni e degli oneri e la performance degli investimenti nel periodo di riferimento.

venerdì 21 febbraio 2014

#Forex: Da dove provengono i guadagni?

Per chi si avvicina al Forex, riuscire a comprendere da dove arrivano i guadagni non è tanto semplice. Potresti, per esempio, porre questa domanda: “Se io guadagno, ci sarà qualcuno che perde?”

Il Forex è un mercato dove si scambiano valute monetarie. In questo senso, il processo di negoziazione è lo stesso degli altri mercati (azioni, obbligazioni, immobili), quando si acquista qualcosa si aspetta e si spera che aumenti di valore.

La stessa cosa avviene nel Forex. Quando acquisti una determinata valuta, prevedi che aumenterà di valore rispetto a quella che hai venduto. Per farti un esempio ecco una transazione tipica:

Supponiamo che la quotazione della coppia EUR/USD è di 1,3500, e vuoi acquistare € 10.000. Quanti USD devi pagare per  € 10.000?

Risposta:  € 10.000 x 1,3500 = $ 13.500

Ora, supponiamo che dopo alcuni giorni l'EUR viene scambiato a quota 1,4000. In questo caso fai l’operazione inversa cioè rivendi i  € 10.000 che hai acquistato durante la transazione iniziale. Quanti USD ottieni da questa transazione?

Risposta:  € 10.000 x 1,4000 = $ 14.000

In questo caso hai ottenuto un profitto, hai pagato $ 13.500 per la prima transazione, acquistando € 10.000 e ottenuto $ 14.000 per l'operazione inversa, vendendo gli stessi  € 10.000.

Il tuo profitto è di  $ 500!   ($ 14.000 - $ 13.500)

Ecco come funziona il mercato valutario e come si hanno i profitti, ma in pratica questi $ 500 da dove sono apparsi?

Il denaro non appare da nessuna parte e non scompare da nessun’altra parte. È sempre sul mercato, cambia solo mani, per chi fa operazioni in profitto diventa un utile, viceversa diventa una perdita.

Pertanto si può anche dire che i guadagni nel Forex provengono dallo scambio della tua valuta con quella di qualcun'altro... Se tu scambi USD e in cambio prendi EUR, e quest'ultimo sale, quando lo rivendi guadagni, se invece fai l'operazione al contrario, hai una perdita.

Quindi per aprire una posizione ci deve essere sempre qualcuno che ne apre una contraria alla tua, possano essere altri traders, o gli stessi Broker.

Ovviamente vorresti trovarti sempre nella posizione di avere profitti, per questo è necessario imparare a fare trading in sicurezza, non solo teoricamente, ma anche, e sopratutto nella la pratica.

Devi imparare utilizzando un conto DEMO e quando sarai pronto per un conto reale, dovrai essere seguito, sopratutto all'inizio, in modo da non perdere mai il controllo. Questo tipo di formazioni la puoi avere solamente con il Metodo Smalfi.

GRAZIE A UNA PARTNERSHIP CON I MAGGIORI BROKER MONDIALI PUOI IMPARARE IL METODO SMALFI IN MODO COMPLETAMENTE GRATUITO....

CLICCA QUI E SCOPRI COME RICEVERE IL CORSO GRATUITO SMALFI FOREX    

mercoledì 19 febbraio 2014

Il mercato del #Forex

Operare sul Mercato Forex è facile e poco impegnativo. 

NON E’ NECESSARIA ALCUNA CONOSCENZA PRECEDENTE! Non devi essere un mago della finanza per comprendere il Mercato Forex. Puoi iniziare a negoziare con poche migliaia di euro, ma non ti fidare di chi ti dice che bastano 100 o 200 dollari per iniziare.

Nel Mercato Forex, assume particolare importanza quella che è nota come “LEVA FINANZIARIA”.

La leva finanziaria fa sì che i fondi depositati siano moltiplicati per 100 o 200 o anche più. Ciò significa che se depositi 1000 dollari, puoi effettivamente negoziare con 100.000 o 200.000 o anche più.

Nel Forex si guadagna quando il mercato è in rialzo, e anche quando è in ribasso. E' questo uno dei motivi per cui sempre più persone iniziano ad investire nel mercato del Forex. Le valute sono quotate e negoziate in coppia. Questo è un punto difficile da capire all'inizio.

E' difficile da capire anche per coloro che hanno operato in altri mercati, considerato che ogni negoziazione in valuta comporta l’acquisto e la vendita di una coppia di valute contemporaneamente.
Le coppie di valute negoziabili più comuni sono EUR/USD, GBP/USD, e USD/JPY. La prima valuta di una coppia è nota come valuta base, mentre la seconda valuta viene denominata valuta secondaria.

La valuta di base rappresenta la “base” del prezzo ovvero il costo per vendere la valuta base. Se acqusti EUR/USD hai acquistato Euro e venduto dollari contemporaneamente. Se fai questa operazione significa che prevedi che l’euro si apprezzi rispetto al dollaro USA.

Se la coppia EUR/USD è quotata a 1,4460, significa che un euro attualmente vale poco più di $1,44. Se il mercato si sposta da 1,4460 a 1,4461, questo rappresenta uno spostamento di un pip. Un pip è l’aumento più piccolo che può registrare una coppia di valute ed è un decimillesimo di euro, dollaro o sterlina, ed un centesimo di yen.

I cambi vengono tradizionalmente negoziati in lotti, che rappresentano 100.000 unità della valuta base, anche se all'inizio è altamente consigliato di usare quantità più piccole.

Nel caso della coppia di valute EUR/USD, un pip vale $10 in un lotto, e $1 in una posizione da 10.000 EUR/USD; quindi, un movimento di un pip varrebbe $10 in una posizione da € 100.000 e $1 in una posizione da €10.000.

Il motivo principale del successo del Forex è rappresentato dall’offerta della “leva finanziaria”.

Puoi guadagnare acquistando la valuta debole ed aspettando che si rafforzi, e puoi guadagnare anche vendendo la valuta forte ed aspettando che divenga più debole. Le coppie di valute cambiano in continuazione e rapidamente, a seconda della volatilità del mercato. Questo rappresenta un valore aggiunto in quanto puoi guadagnare dai cambiamenti nelle oscillazioni di mercato.

Un modo per guadagnare è quando la valuta si svaluta, puoi vendere la coppia relativa. Un altro modo per guadagnare è quando la valuta si apprezza, puoi acquistare la coppia relativa.

Ecco perché il mercato Forex è così attraente, si vince in entrambe le direzioni del mercato. Il Mercato Forex offre tantissimi vantaggi e benefici:

  • Leva Finanziaria elevata: Di norma i broker in cambi offrono una leva di 1:100. Tuttavia, ci sono broker che offrono anche leve più elevate, ma è sconsigliato farne uso. Se un broker offre 1:400 significa che ogni $1.000 che tu accrediti sul tuo conto ti consentono di negoziare contratti per un valore di $400.000.
  • Liquidità: Il mercato Forex registra ogni giorno negoziazioni per un valore compreso tra $2,5 e $3 trilioni. Grazie alle enormi dimensioni del mercato le negoziazioni possono sempre essere eseguite immediatamente.
  • Negoziazioni 24 ore su 24: Il mercato Forex è attivo 24 ore su 24, da lunedì mattina a Tokyo, sino a venerdì sera a New York. Quindi, questo significa che puoi avere accesso continuo al mercato, al tuo conto ed a qualunque posizione che vuoi trattare - 24 ore su 24.
  • Motivi per negoziare nel Mercato Forex: Puoi avere accesso al Mercato Forex ovunque sei nel mondo. Puoi collegarti ovunque ti trovi ed iniziare a negoziare senza problemi né difficoltà.

Se vuoi saperne di più e approfondire questi argomenti  per potere iniziare ad investire i tuoi risparmi nel marcato del Forex, di consiglio di inziare un percorso di formazione con il Metodo Smalfi, che t' insegnerà tutto quello che devi sapere, senza mettere a rischio il tuo investimento.

GRAZIE A UNA PARTNERSHIP CON I MAGGIORI BROKER MONDIALI PUOI IMPARARE IL METODO SMALFI IN MODO COMPLETAMENTE GRATUITO....

CLICCA QUI E SCOPRI COME RICEVERE IL CORSO GRATUITO SMALFI FOREX